Notizie

Allergologi italiani: la velutina rischia di far aumentare le reazioni allergiche

Gli allergologi e immunologi italiani lanciano l’allarme. Con l’arrivo di nuove specie di vespe come la velutina aumenta il numero di punture e quindi il rischio di  reazioni allergiche, hanno spiegato all’ANSA in occasione del trentesimo Congresso nazionale della  Società  italiana di allergologia, asma e immunologia clinica (SIAAIC) tenutosi a Firenze dal 6 al 9 aprile.

Le punture di imenotteri (vespe, api, calabroni), si legge nel lancio ANSA, interessano circa 5 milioni di persone in Italia. Secondo gli esperti SIAAIC gli imenotteri alieni come la velutina accrescono i rischi, perché con l’incremento delle popolazioni di insetti non soltanto aumenta per la popolazione il rischio di essere punti, ma soprattutto cresce il pericolo di sensibilizzazione a nuove specie velenifere che potrebbero anche dare reazioni crociate con le autoctone. Tuttora, si contano circa 50 decessi l’anno da puntura di insetto, ma i casi fatali potrebbero aumentare proprio per colpa delle vespe aliene.

La cura, affermano gli esperti, è possibile, almeno nei confronti delle specie note, e passa da una terapia semplice come la vaccinazione: il vaccino per il veleno degli imenotteri è efficace nel proteggere il 97% degli allergici, ma ad oggi soltanto un paziente su 7 lo sceglie.