Notizie

Il focolaio di La Spezia si estende

La situazione in provincia di la Spezia diventa sempre più preoccupante. Il focolaio iniziale del 2017, localizzato nella città di La Spezia (vespe azzurre), nel 2018 si era esteso gradualmente in direzione nord-ovest e sud-est (vespe viola). Da agosto a ottobre 2019 la presenza di velutina si è riconfermata nelle zone già colpite della provincia di La Spezia e in nuove aree al confine tra Liguria e Toscana e nel centro di Massa (vespe arancioni).

Considerata l’orografia del territorio, al momento le direzioni di espansione più probabili sembrano essere quelle lungo le coste della Liguria, sia verso nord, dove un esemplare è stato trovato in una bottiglia trappola nella frazione di Ghiaia, comune di Deiva Marina (SP); sia a sud verso la Toscana, dove un focolaio era stato individuato e forse neutralizzato già nel 2017 nella frazione di Strettoia, comune di Pietrasanta (LU). Ma anche tutte le aree collinari e pedemontane attorno a La Spezia sono a rischio, dal momento che nei nostri climi il calabrone asiatico ha mostrato di potersi insediare a tutte le quote fino ai 1000 metri di altitudine.

Si chiede agli abitanti e agli apicoltori di queste zone di segnalare tempestivamente qualsiasi nuovo avvistamento, facendo riferimento al nostro sito e alle Associazioni apistiche locali.