Notizie

Progetto VeSPa – Il Metodo-Z conferma la sua efficacia

Si è concluso il 15 settembre il progetto VeSPa, finanziato dalla Regione Liguria sui fondi del Reg. UE 1308/2013 che aveva lo scopo di testare il Metodo-Z brevettato dalla Mohos & Zagni sui focolai della provincia di La Spezia. Il progetto è stato coordinato dal CREA e condotto sul campo dai tecnici apistici delle due Associazioni di Apicoltori riconosciute da Regione Liguria, ALPA Miele e ApiLiguria, coadiuvati dal personale di Toscana Miele.

Nonostante il periodo limitato di tempo, sono stati effettuati 13 interventi su 9 apiari nella zona di Framura, Spezia e Ameglia, a seguito dei quali si è registrata una diminuzione significativa delle vespe in caccia davanti agli alveari, che ha interessato anche apiari vicini non trattati direttamente. Nella zona del quartiere Rebocco i trattamenti effettuati su tre apiari vicini sono riusciti a neutralizzare un nido situato ad una distanza di circa 1 km.  Dopo 7 interventi la popolazione del nido è risultata praticamente azzerata e il nido è stato rimosso in sicurezza da parte di personale specializzato.

I risultati di questo progetto confermano l’efficacia del Metodo-Z nel colpire i nidi di Vespa velutina indirettamente, mediante il trattamento degli adulti in caccia presso gli apiari. Il dispositivo brevettato dalla Mohos & Zagni permette un trattamento efficace e sicuro, si sconsiglia l’utilizzo di qualunque altro sistema di trattamento non autorizzato.

Il progetto VeSPa è stato realizzato grazie a: Franco Formigoni, Regione Liguria; Laura Bortolotti, CREA; Fabrizio Zagni – Mohos & Zagni; i Tecnici Apistici Giovanna Spreafico (ALPA Miele) Diego Ghelfi e Luigi Biggi (Apiliguria) Stefano Fenucci (Toscana Miele, il Pungiglione); gli Apicoltori coinvolti Guido Erluison, Manuel Giampaoli, Chiara Cento, Michele Ferti, Fabrizio Debatte, Marco Camaiti

Qui puoi leggere la relazione tecnica completa del progetto.