Notizie

Vespa velutina e Vespa orientalis in Toscana: continua la diffusione dei due calabroni agli estremi opposti della regione

Vespa velutina: oltre alle segnalazioni sempre più numerose in provincia di Massa Carrara, alcuni apiari positivi sono stati segnalati nella provincia di Lucca, in particolare nella zona di Strettoia, dove era stato fatto il primo avvistamento nel 2017, ma anche più a sud a Valdicastello Carducci e a est nel comune di Stazzema. Le associazioni apistiche e gli apicoltori di questa zona hanno attivato un’efficace rete di monitoraggio per seguirne la diffusione.

A sud della regione continuano invece ad aumentare le segnalazioni di nidi ed individui di Vespa orientalis dalla città di Grosseto. Dopo i primi due nidi confermati nelle scorse settimane in Vicolo Corsini e via Ximenes, ne sono stati infatti segnalati altri quattro. Due sono stati individuati nei pressi di Piazza del Sale sempre da Massimiliano Marcelli, che aveva già dato segnalazione dei primi due; altre due segnalazioni, rispettivamente in vicolo del Duomo e in via Palestro, sono arrivate a Stopvelutina dall’Ing. Alessandro Villani, responsabile del Servizio Edilizia Pubblica del Comune di Grosseto.

Data la presenza sempre più massiccia di questo calabrone nella città di Grosseto, sarebbe importante incrementare il monitoraggio nei comuni adiacenti e soprattutto negli apiari presenti nelle zone limitrofe, per chiarire se la presenza di Vespa orientalis sia ancora limitata all’ambiente urbano di Grosseto o se la specie sia già presente anche nelle aree circostanti.