Notizie

Stop Velutina va a scuola

Citizen science: quando i cittadini aiutano la scienza attivandosi sul territorio. E’ successo nel Parco del Cilento dove gli studenti di una scuola di Agropoli (SA) hanno creato una piccola rete di monitoraggio per identificare l’eventuale arrivo della velutina. I risultati del progetto saranno presentati in un forum di studenti in Giappone dedicato ai temi dell’ambiente e della biodiversità.

La richiesta di mettere in piedi un sistema preventivo per monitorare la presenza del calabrone alieno sul territorio campano ci è arrivata direttamente dalla classe del Liceo Alfonso Gatto di Agropoli,  e noi di StopVelutina siamo stati lieti di fornir loro le trappole anti-vespa. Marino Quaranta del CREA-ABP ha condotto in loco un piccolo corso di formazione sulla biologia del calabrone asiatico, su come realizzare la rete di monitoraggio e sul trattamento dei campioni, con lo scopo di quantificare gli animali raccolti. Il CREA-ABP ha attivato anche un “filo diretto” per consulenze sui dubbi tassonomici.

Il monitoraggio non ha evidenziato, come era prevedibile, l’arrivo del calabrone asiatico in Campania ed è stato estremamente utile per lo studio delle vespe della zona, dandoci spunti su come si potrebbe modificare la rete, se arrivasse il calabrone asiatico. Il progetto ha avuto inoltre un indubbio valore educativo, avendo diffuso sensibilità ambientale, conoscenze di ecologia e pratica del metodo scientifico.

I risultati del monitoraggio saranno presentati, tramite un poster, dai rappresentanti degli studenti campani allo Skysef international youth forum (Shizuoka, Giappone, 11 agosto 2016), il meeting internazionale di studenti del progetto Scienza e Scuola. I ragazzi indosseranno una maglietta con il logo StopVelutina.