Notizie

Toscana, come fare il monitoraggio della velutina

Allarmata dalla probabile nidificazione di calabrone asiatico sul territorio, la rete toscana si mobilita. Molti ci hanno chiesto come contribuire al monitoraggio dell’insetto alieno capace di mettere in ginocchio l’apicoltura locale. Ecco come fare: gli apicoltori che desiderano contribuire ad arricchire di nodi la rete di sorveglianza devono segnalarlo ai referenti di StopVelutina (Università di Firenze) e seguire nei propri apiari alcune regole condivise con la Regione Toscana che le ha diramate a tutti suoi uffici periferici:

1) Posizionare trappole anti-vespa riempite con esca (33 cl birra chiara, 4.7% alcol);

2) Ogni 15 giorni sostituire la birra nelle trappole e valutare la presenza/assenza di Vespa velutina, conteggiando sempre il numero di calabroni presenti (V. velutina e V. crabro) utilizzando il modulo che trovi allegato;

3) In caso di dubbio sulla presenza di velutina, conservare l’insetto in freezer e comunicarne tempestivamente la presenza (mail a federico.cappa@unifi.it).


:: Chi è disponibile a far parte della rete di monitoraggio toscana invii una mail a Federico Cappa, focal point per la Toscana (federico.cappa@unifi.it)